acqua limitata
Luglio 17, 2020

L’Acqua non è una risorsa infinita

By vd3xn7z2

La risorsa acqua è al centro del fenomeno dei cambiamenti climatici. La costante crescita della popolazione mondiale e delle attività ad essa legata comporterà un aumento dei consumi idrici, che saranno difficili da soddisfare se non si agisce in fretta sia sul fronte dei sistemi di gestione e distribuzione, in molti casi carenti, sia su quello del clima e dell’inquinamento. Accanto alla tematica dell’acqua come risorsa che rischia di esaurirsi c’è anche quella dei fenomeni estremi, che soprattutto negli ultimi anni si sono manifestati soprattutto sotto forma di inondazioni. Insomma, l’acqua scarseggia e quando arriva distrugge.

A Roma il Summit Internazionale su Acqua e Clima

Eppure in tutti questi anni della risorsa acqua si è parlato ben poco, soprattutto ai tavoli istituzionali. Vuole colmare questo gap il Summit Internazionale Acqua e Clima. I grandi Fiumi del mondo a confronto”, che si svolgerà fino al 25 ottobre nella Sala della Protomoteca a Roma e riunirà 47 delegazioni di corsi d’acqua e grandi laghi rappresentativi di tutti i continenti del mondo.

Promuovere conoscenza e progetti per una migliore gestione della risorsa acqua

L’obiettivo dell’evento, organizzato dal nostro Ministero dell’Ambiente in collaborazione con l’UNECE (Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite), il RIOB/IMBO (Rete Internazionale degli Organismi di Bacino) e la GAWaC (Alleanza Mondiale per l’Acqua e il Clima,) che riunisce l’Alleanza delle Imprese, l’Alleanza delle Grandi città e l’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura), è quello di promuovere un dialogo sulle varie tematiche legate alla risorsa acqua. L’incontro servirà per favorire lo scambio di dati, informazioni, esperienze e competenze su misure sostenibili per la gestione idrica e soprattutto per promuovere l’avvio e il finanziamento di progetti, anche internazionali, che possano andare in un’ottica preventiva.

2030: -40% di disponibilità idrica

Probabilmente si partirà da alcuni dati, che sono allarmanti. Come quelli diffusi dallo GIEC (Gruppo Intergovernativo degli Esperti sul Cambiamento Climatico) secondo cui i cambiamenti climatici stanno influendo enormemente sulla disponibilità della risorsa acqua. All’aumento di un grado della temperatura terrestre corrisponde, secondo gli scienziati, una riduzione, per il 7% della popolazione, del 20% della disponibilità delle risorse idriche. Questo significa che, se non si metteranno in atto misure decise e risolutive, il rischio è che al 2030 la disponibilità di acqua potrebbe ridursi del 40% rispetto ad oggi.