rinnovabili
Luglio 17, 2020

Mai più fonti fossili

By vd3xn7z2

Uno dei motivi principali dei cambiamenti climatici è l’utilizzo di fonti fossili per la produzione di energia. Centrali ad olio combustibile, a carbone o a gas, stanno dando una sterzata all’equilibrio del pianeta che potrebbe essere disastrosa. Porvi rimedio è possibile. Esistono le fonti rinnovabili che non hanno alcun impatto negativo sull’ambiente. Pannelli solari, eolico e non ultimo l’idrogeno.

Proprio sull’idrogeno la Comunità Europea sta spingendo affinché si esca dai fossili il prima possibile. Purtroppo i fatti non seguono le parole. Troppo spesso interessi economici sovrastano quello che dovrebbe essere considerato semplicemente buon senso.

Un esempio eclatante è la transizione energetica in Italia. Si propone di investire sul gas per arrivare alle rinnovabili. Nonostante ci siano i fondi per investire subito sull’idrogeno, noi usiamo un fossile, altamente clima alterante, oltre che inquinante, per abbandonare il fossile. Un non senso spiegato dai così detti politici italiani, intortati dai colossi energetici, con la necessità di garantire il fabbisogno energetico nazionale. Una scusa ipocrita che serve solo a favorire le grandi aziende che già tanto hanno guadagnato sulla vita delle persone.

Un esempio plateale è #civitavecchia. Qui abbiamo una delle più grosse centrali a carbone esistenti, affiancata da una centrale a gas. Cittadina che ospita uno dei porti più importanti in termini di crociere e quindi un’altra fonte inquinante che si aggiunge, una mortalità più alta del 10% riconducibile all’esposizione all’inquinamento che ormai dura da 70 anni, e la politica cosa fa? Decide di infierire ancora su quella piccola comunità composta da 50.000 abitanti con una nuova centrale a gas!!! Follia pura!!!